Vele Knauf | Per ridurre il riverbero negli ambienti

0
1368
vele isolamento

Facili da installare, belle da vedere, le esclusive vele AMF Thermatex® evitano il propagarsi di suoni indesiderati e permettono soluzioni creative; in più colori e forme, aggiungono un tocco di eleganza agli spazi

Dover intervenire su un edificio finito per correggere l’acustica degli interni non è necessariamente un intervento invasivo e costoso. L’alternativa ai controsoffitti tradizionali è costituita dai singoli pannelli sospesi a soffitto con cavi d’acciaio e regolabili in altezza di Knauf AMF che abbinano alla funzionalità il design e la praticità di manutenzione. La gamma di controsoffitti a vela Sonic contempla 4 soluzioni:

  • Sonic arc, elementi concavi e convessi in cornice d’acciaio, spessore 35 mm, dimensioni max 1180×1910 mm, peso 16 kg;
  • Sonic element, in varie forme geometriche senza cornice, con bordi nobilitati da un velo acustico, spessore 40 mm, dimensioni max 1200×1200 mm o Ø 1200 mm, pesi tra 13 e 17 kg;
  • Sonic modern, con cornice di alluminio, spessore 43 mm, dimensioni max 2400×1200 mm, peso 20 kg;
  • Sonic sky, sistema flessibile quanto a colori e forme, cornice di alluminio, spessore 40 mm, peso circa 8 kg/mq.

La possibilità di regolare l’altezza permette di trovare le migliori condizioni di assorbimento in base ai suoni e alla destinazione del locale; tutti i controsoffitti a vela sono forniti in pezzi singoli premontati per semplificare e velocizzare l’installazione. La scelta della colorazione permette di interagire anche con la riflessione della luce, permettendo di rafforzare l’efficacia dell’illuminazione indiretta o di rendere maggiormente fruibile quella naturale.

La posa con accessori d’acciaio

Per prima cosa bisogna inserire i tappi d’acciaio a vite su ciascun cavetto, in modo che il piombino rimanga al loro interno. L’estremità opposta al piombino si inserisce nella cavità centrale del pendino e va fatta avanzare liberamente al suo interno, facendola fuoriuscire dal basso. In senso contrario il cavetto rimane bloccato dal meccanismo interno, per poterlo sfilare occorre premere il risalto a molla alla sommità del pendino e contemporaneamente tirare per effettuare le regolazioni.

Si riportano a soffitto gli interassi dei pendini e si realizzano i fori per l’inserimento dei tasselli più opportuni. La vite del tassello va fatta passare all’interno del bicchierino e serrata fino all’espansione del tassello.

Sollevando la vela, si avvitano i tappi alla filettatura interna dei bicchierini; dopo averli stretti a mano è possibile serrare il tappo con una chiave a forchetta inserita nei bordi piatti riportati sul collare (non più di 1/6 di giro).

Quando la vela è sospesa è possibile far scorrere i cavetti per trovare l’altezza più opportuna, poi si effettua la regolazione millimetrica con una livella a bolla appoggiata sulla vela.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here