Posa isolastra XPS in presenza di elementi architettonici

0
38
5 (100%) 2 votes

La corretta modalità di posa in corrispondenza di angoli e spigoli, prendendo come spunto il caso tipico di un pilastro tra due pareti ortogonali

In presenza di elementi architettonici come i pilastri, è consigliabile iniziare da questi la posa dei pannelli. Per mantenere la continuità dell’isolante occorre procedere come segue: per realizzare l’angolo A si asporta una striscia di solo cartongesso larga quanto lo spessore totale della Isolastra aumentato di 5-7 mm (spessore della colla); per realizzare lo spigolo B si asporta una striscia di isolante pari allo spessore totale della Isolastra (senza considerare la colla).

Tagli longitudinali con circolare

Per tagliare le lastre a misura occorre appoggiarsi su un supporto piano e rigido, come può essere un pannello di scarto (che possa essere “rovinato” dalla lama) posto su due robusti cavalletti.
Utilizzando la sega circolare munita di guida e regolando correttamente la profondità di taglio è possibile asportare solo una striscia di lastra, senza rovinare l’isolante.
Allo stesso modo, per l’accoppiamento negli spigoli, si può tagliare l’isolante senza incidere la lastra di cartongesso.
Per completare il distacco dell’isolante dalla lastra di cartongesso basta far scorrere la lama della spatola tra i due materiali.

Taglio manuale delle isolastre

I tagli di modesta entità, come quello della parte eccedente in altezza di uno degli elementi che avvolgono il pilastro, si eseguono più rapidamente a mano. Si pone la Isolastra capovolta e si affonda il cutter nello spessore dell’isolante, fino a incidere la lastra di cartongesso; si solleva la Isolastra in costa e si completa la frattura.

Incollaggio a plotti delle isolastre XPS

Per l’incollaggio si utilizza l’adesivo in polvere Knauf Perlfix, da preparare miscelandolo in acqua nelle proporzioni riportate sulla confezione. Per comodità, sul retro della Isolastra si possono marcare i punti in cui depositare i plotti, con interasse di circa 40 cm in orizzontale e in verticale; si stende poi in ogni punto una spatolata sottile di colla per saturare l’isolante.
Ovviamente, quando si deposita la colla su Isolastre già tagliate a misura, l’interasse tra i plotti va ottimizzato caso per caso. Il consumo di colla è di circa 4-5 kg/m2.
Prima di applicare la colla, è preferibile porre la Isolastra a terra il più vicino possibile al punto d’installazione, specialmente se si tratta di lastre intere: i plotti comportano un notevole aumento di peso ed è bene doversi limitare al solo sollevamento della Isolastra, evitando di doverla anche spostare di lato.
La Isolastra va premuta contro la parete e battuta con il palmo della mano per assestarla; con l’aiuto di una lunga staggia munita di fiala la si assesta fino a quando risulta in bolla in orizzontale, in verticale e in diagonale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here